/

Carlo Petrini

petriniProduttività e non produttivismo per l’economia del futuro

Quella della fame nel mondo è la più grande vergogna di questo momento storico. A fronte di 890 milioni di persone che non hanno da mangiare a sufficienza, lo spreco di cibo ha raggiunto proporzioni spaventose. Il sistema alimentare mondiale è il principale responsabile di questo paradosso, ma nello stesso tempo è da qui che può partire il rilancio di una nuova economia. Riprendere in mano un concetto antico come quello della sussistenza decorosa, adattandolo agli strumenti e ai mezzi tecnologici di oggi, può aiutarci a costruire un futuro dove la produzione del cibo sia il motore di un’economia sostenibile e giusta per tutti.

Carlo Petrini, nato a Bra nel 1949, è il fondatore di Slow Food e attualmente presidente di Slow Food International. Tra i suoi libri, Slow Food, Le ragioni del gusto (Laterza 2003) Buono, pulito e giusto. Principi di una nuova gastronomia (Einaudi, 2005); Terra madre. Come non farci mangiare dal cibo (Giunti 2009); Cibo e libertà (Giunti, 2013).

* * *

Torna alla pagina principale di ASMA

Iscriviti alla nostra newsletter: