/

Le tragedie dell’immigrazione

“Le tragedie dell’immigrazione nascono da un naufragio delle coscienze e da un’esplosione delle parole”.

Si apre così la riflessione di Luigi Ciotti andata in onda ieri ad Ascolta, si fa sera, la trasmissione di informazione religiosa di Rai Radio 1.

Un fenomeno che necessita di essere governato, tanto più che molte delle responsabilità ricadono sull’Occidente e su un sistema economico che “ha depredato dovunque risorse, generato conflitti, causato povertà”. Un richiamo in particolare all’Europa e agli ideali per cui è nata.

“Un mondo dove viene negata la possibilità dell’oltre e dell’altrove è un mondo che nega la speranza e la conoscenza, cioè la dignità stessa della persona. Per riaffermarla dobbiamo partire da loro, dai migranti e dai profughi. Sono loro a guidarci a un mondo dove staremo tutti meglio, riconoscendoci diversi come persone, uguali come cittadini”.

Ecco il podcast della trasmissione:

Iscriviti alla nostra newsletter: